La nostra storia

La nostra famiglia e' nata come punto d’incontro di diverse origini. Il mio bisnonno, che si chiamava Telesio, abitava lungo la costa della Giannella, un sottile tombolo che collega la costa con il promontorio dell'Argentario. Nel 1943, durante la seconda guerra mondiale, la sua casa fu bombardata e nonno Telesio chiese ospitalita' per la sua famiglia agli abitanti della campagna che vivevano nell'interno. Fu cosi' che conobbe la mia bisnonna Maria, giunta dal Veneto nel 1938, che viveva in un casolare vicino. Dalla loro unione, nel 1945, nacquero 4 figli tra cui mio nonno Roberto. Sua moglie (mia nonna), che si chiama Defenis, e' invece la secondogenita di una grande grande famiglia originata dal mio bisnonno Elvio, emiliano, e dalla moglie Gina, veneta. I nonni Elvio e Gina ebbero ben 10 figli a cui misero nomi piuttosto stravaganti che, come quello di nonna Denefis, iniziano tutti con la D! Un giorno il bisnonno Telesio acquisto' il nostro podere dall'Ente Maremma, l'ente che il governo De Gasperi aveva creato all’inizio degli anni 50, per costruire poderi ed assegnarli ai contadini nei terreni bonificati ed in quelli espropriati ai grandi latifondisti. Il nostro allevamento inizio' con poche mucche dai nomi veramente particolari: Pidocchio, Scalcia e Morella. I miei nonni Roberto e Defenis si sono sposati nel 1971, dedicandosi da allora, anima e corpo, alla gestione attiva dell'azienda, ingrandendola a poco a poco e specializzandosi ciascuno nelle proprie attivita':l'allevamento e la produzione dei formaggi da parte del nonno Roberto e la costruzione edilizia e la lavorazione della carne bovina affidate a nonna Defenis.